Piazza Sempione Press- Day

Martedì 3 aprile, nella zona Navigli di Milano, ho fatto un salto nello show room di Piazza Sempione per il press-day. Si respira fin da subito un’atmosfera accogliente, raffinata ed originale. Entro in ascensore per salire al secondo piano e mi ritrovo in un abitacolo ricoperto di bottoni multi-color all-over. Chi aveva mai visto un ascensore così glamour! Ma eccoci arrivate, si aprono le porte e di fronte mi ritrovo un ambiente minimal, spazi ampi e luminosi, incorniciati da fiori rosa e candele. E’ qui che viene esposta l’intera collezione fall/winter 2012-2013 del marchio interamente Made in Italy Piazza Sempione. La sartorialità dei capi è evidente, basta toccarli per accrezzare la morbida seta delle camice, l’angora dei pull, il cashmere dei coat. Texture sapientemente pregiate per capi che non si fermano alla passerella, creati per ogni tipo di donna.

Le proposte del prossimo inverno mantengono la costante della fantasia foulard, apprezzata su tutte le passerelle, un pò optical un pò decò declinata nei toni del verde già proposta nella scorsa stagione invernale, o nel grigio e nel cipria. Fil Rouge dei pants è il principe di Galles, anche questo già visto nella scorsa collezione. Il taglio è  skinny, capri o ampio sul fondo. Per giacche e capispalla il brand sceglie stuoia di lana, boucle, panno di lana, tweed per maxi coat ad uovo o nella variante lady like con colletto bon-ton, parka con collo di volpe per un daily look ricercato e cappe in lapin estremamente versatili. Le nuance dominanti sono grigio, bianco e nero che si sposano con i nude color come cipria e cannella o ancora con il rosa acceso, l’azzurro e il giallo mostarda. Dulcis in fundo gli accessori:  maxi collane decor, dall’estro vagamente etnico, mentre per le borse abbiamo una tote-bag in pelle e cavallino che ricalca il binomio cromatico verde/grigio e poschette a busta nelle stesse nuance. La particolarità delle bag sta proprio nella commistione dei materiali.

Ho molto apprezzato la collezione, soprattutto gli abiti optical e i pull in angora. Il capo più versatile è senza dubbio il parka con fur in volpe che può essere abbinato nei più svariati modi. Il mio dieci e lode va alle collane: lavorate, incisive e dalle maxi dimensioni per dare un tocco glamour anche all’abbigliamento più easy.

Haute punta in alto

Due donne al comando del marchio HAUTE,ALESSANDRA MOSCHILLO e CRISTINA LOMBARDI.”Il futuro è donna e quindi abbiamo pensato di creare un binomio tra FORZA E LEGGEREZZA,afferma il vicedirettore creativo ALESSANDRA MOSCHILLO,per una donna dall’animo gentile,ma dalla pelle dura.big_haute_pe_2010_3big_haute_pe_2010_1

Le tendenze della prossima stagione estiva saranno trasparenze non estremizzate,tessuti morbidi e fluttuanti intorno al corpo per valorizzare la femminilità.L’ innovazione è l’associazione di tessuti delicati come l’organza,a tessuti più rigidi,abitualmente utilizzati per abiti da lavoro,come il Canvas,che è stato trattato in modo da risultare più morbido,e in maniera da agire in perfetta sinergia con i volumi del corpo.HAUTE6I colori sono forti,il verde militare,nero e grigio,ottenuti manualmente. “A volte i tessuti sono un pò piatti,e quindi in questo modo abbiamo ottenuto le nuancè che più si addicevano alla collezione”,aggiunge la stilista CRISTINA LOMBARDI.HAUTE5big_haute_pe_2010_2

I must della  collezione?Di sicuro il PARKA,classico nella forma,altezza al ginocchio,munito di CULISSE per stringerlo al corpo,nella versione sia impermeabile sia nuda in organza trasparente,che si apre sull’intimo in raso.HAUTEPE2010big_haute_pe_2010_11

La manualità è impressa nei fiori in organza,grattati,graffiati e trasfigurati in penne di pavone,cuciti a mano.HAUTEPE20103HAUTE4

I contorni degli abiti non sono delineati,quasi strappati.”Vorrei che si sfumassero con quello che ci circonda,e non circorscriverli alla silhouette”battuta finale dell’ingegnosa stilista.haute-sfilata-pe-10big_haute_pe_2010_10