Milano Fashion Week 2012/2013: Emilio Pucci

Peter Dundas per Emilio Pucci presenta a Milano per la prossima stagione autunno-inverno 2012/2013 una collezione femminile e incisiva. Una defilè che propone dress e skirt aderenti in pelle e coccodrillo alternati ad abiti fluidi in chiffon cari alla maison con inserti in cristallo. La contaminazione maschile è suggerita dalle giacche smoking e dagli over coat in pelliccia di agnello  mongolia. Continua il trend delle trasparenze che graffiano il busto sui long dress a fondo unico nero dai ricami preziosi o nella variante a stampa in raso, tipica della griffe che sceglie le cromie del viola e del verde oliva. Effetto nude in conclusione della sfilata con pantaloni alla caviglia in boyfriend-style e trench dall’effetto glossy. Le scarpe hanno le fibbie gioiello mentre gli stivali di coccodrillo sono impreziositi da svettanti crystal-heels.

Decisamente si, questa collezione mi è piacuta molto.Le gonne in pelle,le giacche tuxedo over, gli stivali con i tacchi ricoperti di cristalli, ma soprattutto il trench color carne dall’ effetto super glossy: trovo che sia tutto molto femminile. Il nero impera e mi piace la scelta del verde oliva e di qualche sprazzo aranciato che rompe la monotonia black durante la sfilata con dei picchi di attenzione. Con Pucci sono estremamente faziosa, lo adoro sempre al primo colpo!

Milano Fashion Week 2012/2013: Gabriele Colangelo

Gabriele Colangelo presenta a Milano per il prossimo autunno/ inverno 2012 2013 una donna minimal e strutturata. Abiti a clessidra multimateriale e maxi coat in panno di lana e lana cotta.  Tailleur rosso fuoco o pesca tenue con giacche dagli scolli che tagliano il seno e maniche a tulipano . I copri abito sono dritti arricchiti di paillette, l’unico vezzo che si riscontra durante il defilè. Le gonne in raso dalle stampe floreali hanno la vita alta e non superano il ginocchio. La palette è semplice, bianco opaco,ghiaccio, rosso, nero, pesca, oro con accenni di silver per alcuni dress. Non svettano tacchi, piuttosto ankle boot in velluto e scarpe dalla punta quadrata che ricordano le comode scarpe da camera.

Gabriele Colangelo è uno dei designer che negli ultimi anni ha avuto grande successo. Questa collezione non mi esalta seppur sia in linea con lo stile della Maison. Mi piacciono i cappotti,quasi contaminati da vari materiali che restituiscono uno splendito effetto chiaro-scuro. Ho molto apprezzato i tailleur strutturati con le maniche a tulipano e in certi casi enfatizzati sui fianchi, li trovo raffinati. Mi piace molto meno la scelta delle stampe, poco innovativa. Le scarpe? Per chi preferisce la comodità e l’efficienza.

Milano Fashion Week 2012/2013: Versace

A metà tra il rock e il profano, Donatella Versace presenta a Milano la nuova collezione per l’autunno-inverno 2012/2013.  Ricalca le orme del fratello Gianni prendendo in prestito le croci decor, dettaglio ricorrente in molte delle sue collezioni. Una prevalenza di capi neri in velluto e in pelle ricoperti di jais noir e croci bizantine. L’anima dark della sfilata è intervallata da abiti e bustier gialli o arancio. Il taglio degli abiti come sempre segna la sagoma arrotondandosi su petto e spalle. Le lunghezze sono al ginocchio ad eccezione dei long dress finali in maglia metallica, paillettes e cristalli nei toni del metallizzato e del carta da zucchero.

Donatella Versace, non mi è quasi mai piaciuta al primo colpo,tranne della collezione s/s 2011 2012 . Ammetto che questa sfilata, come tante altre va praticamente smontata e contestualizzata: bustier giallo con croce bizantina in pelle su gonna di velluto? Se una star di hollywood sfoggiasse questo look su un importante red carpet, arriverebbero critiche a pioggia e il suo outfit sarebbe sicuramente MISS! Ma se invece abbinassimo quel bustier giallo fluo, con degli shredded denim, allora si che potremo andare ovunque. Non mi piacciono gli abiti corti  in maglia metallica, mentre i long sono decisamente di mio gusto: quello in color Carta da zucchero monospalla è a dir poco spettacolare. Stesso dicasi per le scarpe con tacco metallico, struttura in rete e inserto verticale in pelle. Non fa un pò Fetish? Ebbene, per quanto mia sia piaciuta questa collezione c’è bisogno di una grande opera di DECOSTRUZIONE!

Dectate from the Stars

La parola d’ordine è cheap, proprio come questo outfit che vi propongo. Ne sono rimasta colpita per l’estrema semplicità ma al contempo, con variazioni su accessori e scarpe, è un abbinamento molto versatile. Kim Kardashian, nonostante le sue forme voluttuose riesce a moderare il tiro con dei look che la valorizzano, ad eccezione fatta per qualche occasione. Insomma oggi mi ispiro a lei e senza dubbio questo sarà una delle mise che quest’ estate sfoggerò.Il look da me proposto comprende: LONG SKIRT acquistabile su http://www.mango.com; Canotta bianca che potete acquistare tranquillamente ovunque, in questo caso la canotta con il nodo sulla schiena è acquistabile sul sito http://www.nelly.com ; le scarpe con para in sughero molto simili all’outfit originale, sono acquistabili sul sito http://www.stevemadden.com; la Golden-Belt è la vera chicca perchè ha un prezzo veramente irrisorio e potete acquistarla sul sito http://www.asos.com; i bangles dal sapore vintage potete trovarli sul sito http://www.forever21.com; la collana ache questa veramente economica la trovate su http://www.pinterest.com . HAVE FUN!